E' SERIE A2

Vittoria nello spareggio contro il San Giusto all'ultimo tuffo!!

FIGC FINAL ROUND - SPAREGGIO PER LA VITTORIA DEL CAMPIONATO E LA PROMOZIONE IN SERIE A2

FIRENZE C5 - SAN GIUSTO 5–4 dts (4–4 dtr) (2–0)

Firenze: Arzilli, Pieri ; Pagani, Tanzini, Bellucci, Durante, Forconi, Grilli, Marcetti, Modesti, Nencioni, Sani. Allenatore: Tarchiani
San Giusto: Betti, Carta, Messina, Vozza, Erbi, Fabbrucci, Pizzirani, Pintaldi, Torrini, Bartoli, De Risi, Noccioli. Allenatore: Tabani

Reti: F: Bellucci, Marcetti, Nencioni (R), Tanzini, Nencioni; SG: Pizzirani 2, Torrini (R), Torrini
Note: Espulsa: Bartoli; Spettatori: 450 circa

video della finale: https://www.youtube.com/watch?v=w8SJalNujX4

Gol dell'ultimo secondo:  https://www.youtube.com/watch?v=VY36dyW3WSU

 

Minuto 4:54 del secondo tempo supplementare di una interminabile partita, il risultato è fermo sul 4-4 in una gara ricchissima di emozioni, lo spettro dei rigori è dietro l’angolo. Nencioni è sul dischetto del tiro libero, parte la sua rincorsa ma il suo tiro potente è deviato in angolo da Betti. Esulta la curva del San Giusto per il pericolo scampato, ma non è ancora finita... Tanzini si affretta a battere l’angolo, serve l’occorrente Pagani che le restituisce subito il pallone, la numero 10 rimette al centro e Nencioni è lì, dove dovrebbe essere, perché questo è uno schema provato tante volte in allenamento, la tocca quel tanto che basta per sorprendere Betti, minuto 5:02 il pallone scivola in rete, l’arbitro fischia la fine... è l’apoteosi... il FIRENZE C5 è CAMPIONE REGIONALE e conquista la promozione in serie A2, non è un sogno, è Storia, una storia bellissima iniziata a settembre per le giocatrici ma a Giugno per lo staff, un lavoro certosino di contatti alla ricerca delle giocatrici giuste per completare la rosa a disposizione di Miss Tarchiani, un lavoro che ora possiamo dire ha dato frutti bellissimi e creato una squadra che conclude la stagione FIGC 2017/18 da imbattuta: 11 vittorie e 3 pareggi nella prima fase del campionato, 5 vittorie e 2 pareggi nel Final Round con il miglior attacco e la migliore difesa e 5 vittorie su 5 in Coppa, conclusa con il trionfo all’Estraforum di Prato a Dicembre in finale contro il San Giusto, la vera avversaria di questa stagione, corsi e ricorsi storici....

Ma la storia di questo entusiasmante spareggio che vale la serie A2 merita di essere raccontata fin dall’inizio perché la partita sarà ricordata per tanto tempo... Una gara giocata in un impianto che ha fatto la storia del Calcio a 5 e che è stato onorato da entrambe le squadre che si sono date battaglia per oltre settanta minuti meritandosi gli applausi dei 450 spettatori presenti, una partita memorabile con un finale non adatto ai deboli di cuore.

Ore 21:45 le due squadre sono al centro del campo pronte per l’inizio della sfida, Miss Tarchiani sceglie questo quintetto iniziale: Pieri, Tanzini, Grilli, Durante, Necioni. Mister Tabani risponde schierando in campo Betti, Pizzirani, Fabbrucci, Vozza e Torrini. 
L’inizio gara è molto equilibrato, la prima occasione capita al 2’ sui piedi di Pizzirani servita da Torrini che calcia sull’estero della rete da buona posizione. Il Firenze risponde con Nencioni al 4’ che chiama al miracolo Betti con un diagonale pericolosissimo, al 5’ ci prova Durante ma il suo tiro finisce alto, al 7’ ancora Durante servita da Nencioni colpisce un palo clamoroso con il suo tiro incrociato che sarebbe stato imprendibile per Betti. Al 10’ Pieri è brava a salvare di piede su tiro da fuori di Pintaldi. Quella di Pieri è una favola da raccontare che meriterebbe un articolo a parte, la giovanissima classe 1997 si è trovata catapultata in campo contro il Riotorto due settimane fa a seguito del brutto infortunio della titolarissima Rachele Donzelli e si è fatta trovare pronta, contribuendo con le sue parate a scrivere il lieto fine di questa favola chiamata promozione in A2.
Siamo al 12’ ed il Firenze aumenta la pressione, ci prova Marcetti che supera Bartoli sulla fascia destra ma il suo tiro termina fuori. Al 14’ anche Pizzirani, la migliore nelle fila del San Giusto, ci prova da fuori senza fortuna. 14’30’’ Pagani serve Bellucci sulla sinistra, la numero 9 è bravissima a guadagnare il centro e sfruttando anche il movimento dell’accorrente Forconi sulla destra, si trova libera di calciare in porta, è il tiro che vale l’1-0.
Il San Giusto prova a reagire al 16’ ma Pieri è attentissima sui tiri dalla distanza di Bartoli e di Pizzirani. Al 18’ un diagonale pericoloso di Bartoli finisce a lato di un niente, ma Pieri aveva coperto bene la porta in spaccata. Il Firenze si riaffaccia nell’area del San Giusto al 22’ quando un tiro di Grilli ben servita da Nencioni finisce alto. Al 23’ Pieri si supera su un tiro pericoloso di Pizzirani da fuori. Un minuto più tardi ci prova Tanzini, ma il suo tiro è parato da Betti che compie un vero e proprio miracolo ancora su Tanzini al 28’ salvando di piede un diagonale destinato all’angolino al termine di una bella azione ben condotta da Bellucci.
Il San Giusto prova ad aumentare la pressione, ma il Firenze si difende bene, siamo al 29’ ci provano Pizzirani e Torrini ma i loro tiri sono murati dalla difesa biancorossa che intercetta il pallone con Marcetti, uno-due con Pagani che parte in progressione sulla sinistra servendo a Marcetti un assist perfetto... ripartenza da manuale che vale il 2-0 proprio al 30’.

Il primo tempo termina con il Firenze sul doppio vantaggio, ma il San Giusto è squadra che non molla mai e due reti di vantaggio non possono certo essere rassicuranti, il Firenze lo sa bene, la storia delle sfide contro il San Giusto in questa stagione parla di partite equilibratissime, decise in pieno recupero ed anche la gara disputata venerdì non fa eccezione.

È passato solo un minuto dall’inizio del secondo tempo e un passaggio rischioso di Nencioni destinato a Grilli è intercettato da Pizzirani che dribla Nencioni e fa secca Pieri, è la rete dell’1-2 che riapre la partita. Al 2’ ci prova De Risi ma il suo tiro finisce alto. Al 3’ risponde Nencioni con una conclusione potente salvata di piede da Betti. Al 7’ Forconi serve Nencioni sulla sinistra, la numero 13 è brava a saltare Vozza che la stende in area, rigore netto che porta all’espulsione di Bartoli per proteste. La stessa Nencioni si presenta sul dischetto e non sbaglia realizzando il gol del 3-1. Nemmeno il tempo di battere da centrocampo la ripresa del gioco ed un tiro di Torrini è intercettato con il braccio da Marcetti. Rigore per il San Giusto realizzato dalla stessa Torrini che porta il risultato sul 2-3. Tutto è ancora in discussione, la gara è bellissima. Al 15’ Bellucci intercetta un angolo battuto dal San Giusto e riparte con il pallone tra i piedi, supera la metà campo e serve benissimo Tanzini che sorprende Betti sul suo palo, assist delizioso e ripartenza da manuale di Bellucci sempre più decisiva, azione conclusa al meglio da Tanzini una delle giocatrici più continue di questa stagione da incorniciare. Siamo sul 4-2 ma la gara è ancora aperta. Al 19’ la partita è interrotta per 5’ per un infortunio di Pintaldi. 
Alla ripresa del gioco il Firenze si fa sorprendere da uno schema da angolo del San Giusto che porta al tiro Torrini, sul pallone respinto da Pieri si avventa Pizzirani che segna il gol del 3-4, siamo al 25’. 
Minuto 28’25’’ Nencioni si fa soffiare il pallone al limite dell’area da un intervento in scivolata di Vozza che libera Torrini al tiro per il gol del 4-4... ingenuità colossale e partita riaperta!! 
Minuto 36:38 dei sette di recupero chiamati dagli arbitri, angolo per il San Giusto che libera Pizzirani alla conclusione ma il palo salva il Firenze, fortunato in questa circostanza perché la conclusione di Pizzirani sarebbe stata imparabile per Pieri. 
La partita termina per l’ennesima volta in parità a testimonianza del grande equilibrio tra le due formazioni che si sono affrontate 4 volte in campionato con altrettanti pareggi. Ma la sfida di venerdì deve decretare per forza una vincitrice che andrà a disputare la serie A2 la
Prossima stagione. 
Si va così ai supplementari di una sfida infinita, emozionante e bellissima.
Al 2’ del primo supplementare diagonale di Carta che sfiora il palo, un minuto più tardi ci prova Marcetti ma il suo tiro termina fuori. A 4’ Pieri è bravissima a salvare su un tiro pericoloso di Torrini. L’equilibrio regna sovrano... 
Nel secondo tempo supplementare occasionissima per il Firenze al 3’ che ha una punizione a due dal limite dell’area per retropassaggio al portiere. Le giocatrici si parlano e provano uno schema che libera Bellucci al tiro ma la sua conclusione termina fuori di pochissimo.
Minuto 3’46’ Bellucci è ancora protagonista conquistando la punizione che vale il tiro libero battuto al minuto 4:54 da Nencioni... cosa è successo dopo lo sapete già... 
Tiro libero parato, angolo battuto velocemente, schema n.4, assist di Tanzini per Nencioni, siamo al minuto 5:02 e arriva la rete che fa la storia del Firenze C5 femminile e segna il lieto fine di una favola meravigliosa...
La gioia esplode incontenibile, l’impresa è compiuta, il San Giusto battuto ma con l’onore delle armi perché le ragazze di Mister Tabani hanno disputato una gara meravigliosa recuperando due volte il doppio svantaggio ed andando ad un soffio dalla promozione, così come meravigliosa è stata la loro stagione da imbattute in FIGC. I complimenti sono assolutamente meritati e dovuti, il successo del Firenze C5 è ancora più bello perché ottenuto contro un avversario di questo spessore...

Complimenti ragazze siete le CAMPIONESSE REGIONALI, la serie A2 vi aspetta!!!

Tarchiani pensiero: “Il segreto è la pianificazione. Vincere dopo tanti anni senza successo non vuol dire nulla, non è demerito, è che non abbiamo mai preso scorciatoie, perché abbiamo sempre cercato di costruire, perché abbiamo sempre preferito le persone alle brave giocatrici. Facendo così, il cammino è molto più lungo ma quando arrivi è troppo più bello. Abbiamo fatto una maratona sudando e macinando chilometri tagliando il traguardo con il sorriso senza un cenno di fatica. 
Tutto questo però non sarebbe stato possibile se dietro non ci fosse uno staff di eccellenza come questo nel quale ognuno ha il proprio ruolo. Questo doppio successo quest'anno ce lo siamo meritato perché comunque è il frutto di tanto lavoro che ci sta dietro, quello che molti non vedono ma c'è, perché non vinci meritatamente se non hai una migliore difesa e un miglior attacco sia nella prima fase di campionato che in questo secondo. Il nostro avversario di ieri è stato bravissimo a non mollare mai durante il campionato e sono arrivati imbattuti come noi a questa finale. Faccio i complimenti alle avversarie per il percorso che hanno fatto, ma credo che questa vittoria sia meritata al 100%”


Aggiungi ai preferiti (16) | Copia sul tuo sito | Visite: 108

Nessun commento
RSS commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.

 
Pros. >