Categorie news

CONDIVIDI LE NEWS

Bookmark and Share
Intervista esclusiva a Benedetti e Borselli

Ecco una doppia intervista ai due responsabili del Firenze c5 femminile, coloro che nei mesi estivi hanno costruito una rosa competitiva con innesti di valore.



Gabriele e Silvia, finito il mercato o ci saranno ancora altri colpi?

Silvia: Direi che il mercato può dirsi chiuso, siamo ampiamente soddisfatti della squadra che abbiamo allestito, anche se "mai dire mai".... ;-)
Gabriele: Credo di no, perché grazie alla passione del vostro staff, l'organico era già di valore.

Ad oggi contiamo più di 20 giocatrici, qual è il progetto per la prossima stagione?

Silvia: Le giocatrici in rosa sono tante e tutte ricche di valori, non solo sportivi, l'idea è quella di partecipare a due campionati, il regionale FIGC ed il provinciale UISP, per poter dare a tutte le ragazze la possibilità di esprimersi e di crescere, non dobbiamo dimenticarci infatti che in rosa ci sono tante giovanissime che hanno bisogno di giocare per migliorare. Le ragazze si alleneranno tutte insieme e saranno tutte tesserate per entrambi i campionati, ma dopo la prima fase di preparazione lo staff tecnico farà le prime scelte, che non vorranno dire promozioni o bocciature definitive perchè staremo molto attenti a seguire anche il campionato UISP per "promuovere" in FIGC coloro che sul campo e negli allenamenti dimostreranno di meritarselo... crediamo molto in tutta la rosa, soprattutto nelle giovanissime. Ci sarà tanta concorrenza, credo e spero che questo stimolerà le ragazze a dare il 110%
Gabriele: La necessità primaria, aldilà dei proclami è lo sviluppo di un polo del futsal femminile dentro il Firenze C5. Abbiamo ragazze giovani che oltre ad allenarsi, devono poter giocare. E in attesa che il comitato organizzi un giovanile Figc in Toscana, parteciperemo a una competizione Uisp

Tre innesti di valore e un gradito ritorno a fronte di una sola partenza. Che giocatrici avete inserito nella rosa?

Silvia: Abbiamo inserito giocatrici che ci potranno aiutare a fare il salto di qualità in ruoli importanti e che porteranno il loro entusiasmo nella squadra. Contiamo molto su di loro perché le abbiamo fortemente volute e perché hanno dimostrato di credere nel nostro progetto e questo per noi è fondamentale.
Gabriele: Quella di Candidi più che una partenza, la considero "un arrivederci a presto"
Le giocatrici arrivate sono state indicate dalla Miss. La cosa bella è stato il lavoro di staff, che ci ha permesso di tesserare atlete di valore. In tanti anni non mi era mai accaduto di appassionarmi così nella fase chiamata "di mercato"

Qual è stata la trattativa più difficile e perchè?

Silvia: Per quel che mi riguarda la trattativa più difficile è stata quella con Dalila Nencioni. Una giocatrice che ho affrontato per tanti anni da avversaria e con la quale ho avuto il piacere di giocare insieme in Rappresentativa UISP vincendo due campionati nazionali. Ho sempre apprezzato le sue qualità tecniche, ma soprattutto il suo attaccamento alla maglia... mai avrei pensato di riuscire nell'impresa di portarla da noi, ma alla fine ce l'abbiamo fatta, per la soddisfazione di tutto lo staff e soprattutto della Miss!!
Gabriele: Senz'altro Nencioni sembrava qualcosa di inarrivabile. Anche se personalmente, ho accusato emotivamente la trattativa per Marcetti. So quanti sacrifici ha fatto al CF e venir via l'anno della A, non è stato facile. Con lei ho rivissuto il mio distacco sofferto da Scandicci. Son certo che Franzisca come me, si sia già resa conto di essere in un bellissimo ambiente.


La Rosa si è rinforzata ma non dimentichiamo che il Firenze vanta già giocatrici di alta caratura. Qual è l’obiettivo ad oggi che vorrete raggiungere, visto anche i rinforzi delle avversarie?

Silvia:
Sappiamo che sarà un campionato molto più aperto e combattuto della scorsa stagione, le due corazzate Futsal Florentia e Pelletterie hanno conquistato la serie che meritavano, lasciando un campionato forse più povero tecnicamente, ma sicuramente più combattuto e avvincente. Sappiamo che ci saranno nuove squadre ambiziose e che tutte le nostre concorrenti si sono rafforzate, ma noi puntiamo a migliorare la posizione della scorsa stagione, perché crescere è sempre stato il nostro obiettivo...
Gabriele: Sostengo che questa rosa abbia dei punti di forza ormai consolidati. Si sono aggiunte due giocatrici di esperienza, seppur ancor giovani come Nencioni e Marcetti, due giovanissime toste come Braschi e Grilli oltre a un portiere di categoria superiore. L'obiettivo è quello di far sì che uno staff tecnico senza pari come il nostro, possa mettere le ragazze in condizione di esprimere tutte le loro potenzialità. Se ciò avverrà, faremo una grande stagione.

Sappiamo che il lavoro di staff è quello che muove questa società; pensate di portare dei miglioramenti o pensate di aver già una società ben strutturata?

Silvia: La società è grande ed importante, il prossimo anno festeggerà i 30 anni, penso che non siano molte le squadre in Toscana con la storia del Firenze C5, le ragazze indossano una maglia che "pesa" e che vogliamo portare in alto. Abbiamo uno staff del femminile numeroso e compatto, una squadra nella squadra... Ognuno con le proprie competenze, ma tutti uniti per far crescere le ragazze e raggiungere i nostri obiettivi.
Gabriele: In tanti anni e non lo dico per piaggeria ma solo per un discorso legato alla carta d'identità, non ho mai riscontrato uno staff affiatato e competente come il vostro e un gruppo di giocatrici che fa dell' umiltà il proprio tratto distintivo. Non so davvero, personalmente, quale miglioria aggiungere, se non contribuire a dare a tutte maggior convinzione nei propri mezzi che sono tanti.

Il 4 settembre inizia la preparazione: vi aspetta un settembre intenso; la vostra presenza si farà sentire o adesso andate in ferie e vi farete rivede ad inizio campionato?

Silvia: Diciamo che nel momento in cui sto rispondendo alle tue domande sono in ferie, il mercato è stato lungo e l'organizzazione della nuova stagione impegnativa, avevo proprio bisogno di un po' di relax, ma il bello viene adesso...
Dal 4 settembre sarò presente, impegni lavorativi permettendo, sarà un piacere veder crescere la nostra "creatura", sperando che spicchi il volo e che raggiunga i risultati che si merita…
Gabriele: Guarda, io anche se ero in ferie, di fatto non lo ero, quando c'era da parlare del Firenze. È importante essere presenti e io lo sarò!

Cosa avete apprezzato l’uno dell’altra lavorandoci fianco a fianco in questi mesi di calura estiva?

Silvia:"Lavorare" con Gabri è stato un vero piacere, unico uomo in uno staff al femminile, ha portato la sua enorme esperienza e la grande conoscenza dell'ambiente ed insieme ai consigli del nostro DS Ivan Affibiato è stato fondamentale per chiudere alcuni colpi importanti. Abbiamo fatto squadra e ci siamo confrontati e consultati su tantissimi aspetti gestionali importanti, praticamente non abbiamo staccato mai, neanche a Ferragosto... senza di lui non sarebbe stato possibile far crescere la nostra bella realtà…
Gabriele: Silvia è un dirigente vero. Passione sportiva e competenza ai massimi livelli. Non si trovano a giro tanti dirigenti così. È vispissima e completa le mie lacune. È stata una straordinaria sorpresa.

A fine settembre il Firenze farà un ritiro molto particolare. Potete parlare di questa cosa molto bella?

Silvia: Il nostro ritiro sarà importante, come tutti i ritiri servirà per cementare il gruppo, ma in questo caso anche per un impegno a cui teniamo molto: portare il nostro supporto a Campi di Norcia duramente colpita dal terremoto di un anno fa, aiutando lo sviluppo del progetto Back to Campi, che prevede la realizzazione di una struttura polivalente coperta, con gradinate, spogliatoi e palestra, un'area camper e roulotte e altri interventi che aiuteranno a creare posti di lavoro e a far tornare le persone sul territorio. Soggiorneremo nei locali della PRO LOCO e stiamo organizzando un triangolare per la mattina di domenica 1 ottobre con squadre umbre.
Gabriele: Guarda anche qui sono rimasto a bocca aperta. Su impulso di Benedetta Agnoletti, è stata sviluppata quest'idea di un ritiro solidale a Campi di Norcia. Ognuno di noi porterà il suo piccolo contributo nelle zone appena un anno fa devastate dal terremoto. Anche in questo caso non posso che dirvi; Grazie Ragazze!

In bocca al lupo

VIVA IL LUPO

Aggiungi ai preferiti (22) | Copia sul tuo sito | Visite: 263

Nessun commento
RSS commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.

 
< Prec.   Pros. >